Fata dei Fiori

È nato. Sotto gli ultimi raggi della Luna Piena più luminosa dell’anno, è nato.

Dopo mesi di lavoro pazzo, svariati mal di pancia e nottate con l’emicrania – e in barba ai ripetuti non-ce-la-farò! – il sito delle Fate di Celidonia è finalmente online. 

Piccolino. Appena un germoglio, come tutti i neonati. Ma crescerà.

Il primo post del blog, però, ha voluto aspettare la Luna Nuova di marzo. Non mi decidevo mai e, presa dalle millemila cose di questo periodo così intenso, indugiavo. Con in testa tanti dubbi e le parole della poetessa svedese Karin Boye:

“Certo che fa male, quando i boccioli si rompono.

Perché dovrebbe altrimenti esitare la primavera?”

Succede sempre così con i nuovi inizi. Capita anche a te?
Tutto è sconosciuto e spaventa, ma è proprio in quell’ignoto che fa tanta paura che risiede la bellezza. Quella che possiamo creare e portare nel mondo scegliendo di muoverci, attraverso quei doni che la vita ci ha dato, a ognuno il suo. È compiendo il primo passo – spesso esitante e un po’ tremolante – che portiamo la luce e rendiamo noto l’ignoto. Seguendo quelli che sono i dettami della nostra anima, contribuiamo a creare un mondo più bello e più vero. I fiori lo fanno sempre.

E insieme ai fiori che sbocciano, partecipando alla stessa sinfonia della Natura, pian piano sbocciamo anche noi.

Certo, ci piacerebbe iniziare senza commettere errori. Ma così sarebbe troppo facile e forse inutile, perché è proprio grazie a quegli errori che impariamo e cresciamo, e solo chi non fa non sbaglia mai. 

Fata ooak art doll in pasta polimerica

L’albero che vedi nelle foto è la Magnolia Soulangeana ai piedi della quale, un’estate di tanti anni fa, incontrai Sir Timothy Lunatonda, il nocciolino mio Maestro, il cui spirito risiede in ogni Topino di Celidonia che nasce. Questa meravigliosa Magnolia fiorisce proprio ora, anticipando la Primavera. La Fatina che è seduta tra i rami, invece, ha già lasciato il nido da un po’: l’ho modellata nel lontano 2014 ed è stata esposta per molto tempo alle Galerie Freisleben, il museo delle paste polimeriche in Germania, che purtroppo ora non c’è più. Lei però si è trovata così bene che alla fine ha deciso di restare lì.

Ho scelto queste foto perché le trovo piene di fiducia e di coraggio: lo sguardo della Fatina, che ancora non sapeva di poter volare così lontano, è pieno di speranza, e i rami colmi di fiori, che arrivano prima delle foglie e dipingono tutto del colore dei sogni, cantano al mondo che tutto è possibile se ami e esprimi te stesso.

Il colore della Magnolia di Sir Timothy è proprio quello che ho scelto per il sito. I fiori di questo albero speciale – devi stare lì sotto col naso in su per capirli davvero – sono per me l’archetipo del coraggio dei sogni, del coraggio di esprimere la parte più pura e autentica di sé, senza paura dell’inverno, sul finire del quale sbocciano.

Il coraggio di esprimere sé stessi e i propri sogni più autentici, nonostante tutto, è anche il messaggio della poesia di Karin Boye, quella che mi risuona in testa da giorni. Perché alla fine, tutte le vite qui sulla Terra

“dimenticano che erano spaventate dal nuovo,

dimenticano che erano preoccupate per il viaggio –

conoscono per un secondo la più grande serenità,

riposano in quella fiducia

che crea il mondo.“

E sul suono magico delle sue parole, seppur tradotte in italiano, sono felice di iniziare questo blog e questa nuova avventura insieme. Vorrei tanto che le sue parole fossero un augurio per tutti i viaggiatori, di ogni tipo, in questo pazzo, complicato mondo. 

Ci sei ancora? Mi hai letta fin qui, sul serio, fino alla fine? Beh… grazie, ti ringrazio davvero di cuore. E grazie soprattutto per essere con me all’inizio di questo nuovo viaggio, per camminare insieme, mano nella mano,  sul sentiero delle Fate.

Nella Luna Piena di Marzo, insieme alla Primavera, arriverà la seconda Newsletter Fatata di Celidonia. Ti sei già iscritta? No? Salta nel Cerchio delle Fate e unisciti a noi cliccando qui.

E lo so che ora, al tempo dei social, nessuno li commenta più i blog. Però io ci terrei davvero tanto a ospitare in questo spazio i tuoi pensieri. Me lo lasci uno qui sotto? 💗